Side Area Image

Eaterfood.it

+39 0733 1712059
info@eaterfood.it

Blog

panuozzo

Il Panuozzo di Eater, una delle specialità da non perdere

Quando si sente parlare di Panuozzo si pensa subito a Gragnano, Patria della pizza-panino ed alle specialità gastronomiche legate alla cucina partenopea. Ma sai che per mangiarlo non devi recarti per forza lì?

I pizzaioli di Eater, tra le tante specialità, realizzano anche il Panuozzo, degno erede della pizza classica, realizzato con lo stesso impasto ma contraddistinto da forma e condimento diverso.

E’ una sorta di pizza-panino, simile al saltimbocca ma dalle dimensioni molto più grandi.

Il Panuozzo di Eater, una delle specialità da non perdere

La sua invenzione risale al 1982, anno in cui il pizzaiolo Giuseppe Mascolo, capostipite della Famiglia Mascolo, diventata nel tempo famiglia di veri maestri d’arte del Panuozzo, ebbe l’intuizione di dar vita a questa originale alternativa della pizza. Idea che col tempo fu migliorata e poi brevettata.

L’impasto tradizionale della pizza, a base di farina di grano tenero di tipo 0, una miscela il cui segreto sono i fiocchi di germe di grano macinato a pietra, ancora vitale e ricco di tutte le proprietà, viene modellato dai pizzaioli di Eater, i quali realizzano un panino avente una lunghezza di circa 25 cm.

La cottura del Panuozzo avviene in due fasi. La prima è istantanea, rapida come per la pizza tradizionale,  serve per cuocere quel tanto il Panuozzo e permettere di tagliarlo in due. L’impasto si gonfia e si forma una crepa laterale da cui fuoriesce il vapore accumulato. Quello è il vero e proprio “marchio di fabbrica”.

La seconda cottura dura circa due minuti e può essere effettuata insieme agli ingredienti di farcitura, a seconda di cosa si sceglie.

La base di farcitura di solito è la mozzarella o la provola affumicata. Il “ripasso” in forno amalgama gli ingredienti e lo rende croccante all’esterno. La doppia cottura fa fondere la mozzarella ed unisce i sapori dei diversi ingredienti conferendo al Panuozzo la caratteristica “croccantezza”.

Il risultato è un panino dall’impasto fragrante e digeribile, dal ripieno ricco, filante ed irresistibile.

Il doppio passaggio di cottura è ciò che differenzia in modo sostanziale e netto il Panuozzo dal Calzone, caratterizzato dal ripieno a cottura istantanea.

Il Panuozzo, una volta pronto, viene servito ai tavoli, tagliato eventualmente in due o quattro parti su richiesta, oppure ordinato per il take away, in versione street food.

Il Panuozzo di Eater, una delle specialità da non perdere

A rendere speciale questo panino non sono solo il formato ed il procedimento di preparazione, ma anche e soprattutto gli ingredienti utilizzati, tutti di primissima qualità ed esclusivamente Made in Italy.

Quasi tutti i prodotti utilizzati sono eccellenze DOP, in particolare gli affettati, i latticini e le verdure. Fra gli altri ingredienti tipici e di qualità impiegati vi sono anche le farine utilizzate per l’impasto della pizza.

I Panuozzi di tendenza presenti nel Menù Estivo sono i seguenti:

  • Ischia, a base di fiordilatte irpino proveniente dal “Caseificio Lo Conte”, farcito in uscita con rucola fresca, prosciutto crudo di Norcia, datterini, scaglie di Grana Padano Dop ed olio EVO. Un sapore fresco e deciso!
  • Panarea, a base di fiordilatte irpino proveniente dal “Caseificio Lo Conte”, prosciutto cotto alla brace, carciofi grigliati, caciocavallo del “Caseificio Costa delle Rose”
  • Procida, a base di mozzarella di bufala affumicata proveniente dal “Caseificio Barlotti”, mortadella Bologna IGP, pomodori secchi ed emulsione di basilico. Una specialità saporita e decisamente gustosa!
  • Lipari, farcito con lattuga fresca, carpaccio di manzo, datterini, scaglie di primo sale di capra dell’Azienda Agricola Caprì”.
  • Otranto, a base di fiordilatte irpino proveniente dal “Caseificio Lo Conte”, pomodorini del Piennolo del Vesuvio DOP, pomodorini gialli del Piennolo a pacchetelle, olive leccino, capperi di Pantelleria. Farcito in uscita con filetti di tonno e basilico fresco.
  • Milano, i cui ingredienti principali sono il fiordilatte irpino proveniente dal “Caseificio Lo Conte”, una crema di zucchine e menta, prosciutto cotto alla brace e pomodorini gialli del Piennolo a pacchetelle. Questa varietà di Panuozzo, viene farcita, in uscita con ricotta irpina del “Caseificio Lo Conte” ed erba cipollina. Un mix di sapori da non perdere!
  • Verona, farcito con fiordilatte irpino proveniente dal “Caseificio Lo Conte”, un formaggio erborinato a pasta semidura, vellutata di patate di Avezzano, datterini. Il tutto condito con un’emulsione di basilico e scaglie di primo sale di capra dell’Az. Agr. Caprì.

Tutti i Panuozzi di Eater sono disponibili in un unico formato.

 

Il Panuozzo di Eater, una delle specialità da non perdere

Durante la stagione invernale sono disponibili altre varianti di Panuozzo realizzate con ingredienti tipici della stagione.

La farcitura può essere personalizzata a seconda dei propri gusti! La soddisfazione dei nostri clienti è una delle priorità assolute alla base della nostra filosofia aziendale.

Non hai ancora assaggiato questa specialità unica di Eater? Approfitta di questa estate per farlo.

Potrai finalmente gustare tutte le specialità in una località da sogno! Clicca qui per scoprirne di più!

Eater Food - Simply Good Tel. 0733 171 2059

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CHIAMA E PRENOTA