Side Area Image

Eaterfood.it

+39 0733 1712059
info@eaterfood.it

News

Siamo ormai alle porte della stagione estiva e sai qual è l’idea migliore per chiudere in bellezza una serata in compagnia di amici? Un goloso dessert al cucchiaio! Il Menù estivo di Eater propone: Tiramisù classico, uno dei capisaldi della cucina italiana, uno dei dolci al cucchiaio più amati e realizzati in tutto il mondo. Le origini di questo dolce sono molto incerte e diverse città ne rivendicano la paternità. Ciò di cui siamo certi è che dal 1980 in poi, anno in cui questo termine venne inserito nel vocabolario italiano, il tiramisù ha avuto un successo enorme! Ad oggi è tra le parole italiane più conosciute all'estero. Ma cosa rende il tiramisù targato Eater così speciale? Sicuramente l’irresistibile crema al mascarpone, così gustosa e vellutata, intervallata da strati di Pavesini inzuppati nel caffè.   Tiramisù al pistacchio, una versione irresistibile del classico dolce

Quando si sente parlare di Panuozzo si pensa subito a Gragnano, Patria della pizza-panino ed alle specialità gastronomiche legate alla cucina partenopea. Ma sai che per mangiarlo non devi recarti per forza lì? I pizzaioli di Eater, tra le tante specialità, realizzano anche il Panuozzo, degno erede della pizza classica, realizzato con lo stesso impasto ma contraddistinto da forma e condimento diverso. E’ una sorta di pizza-panino, simile al saltimbocca ma dalle dimensioni molto più grandi. La sua invenzione risale al 1982, anno in cui il pizzaiolo Giuseppe Mascolo, capostipite della Famiglia Mascolo, diventata nel tempo famiglia di veri maestri d’arte del Panuozzo, ebbe l’intuizione di dar vita a questa originale alternativa della pizza. Idea che col tempo fu migliorata e poi brevettata. L’impasto tradizionale della pizza, a base di farina di grano tenero di tipo 0, una miscela il cui segreto sono i

Un luogo ricco di fascino adatto ad ogni occasione che richiede stile e riservatezza. Stiamo parlando di Villa Koch, un antico palazzo del 700 in stile neoclassico, caratterizzato da elementi liberty. Acquistata alla fine del XIX secolo dall’architetto Gaetano Koch, la villa è riconosciuta oggi come “Patrimonio storico ed Artistico”.   Una villa immersa nel verde del suo parco secolare La villa, incastonata nella preziosa cornice del parco, offre molteplici spazi e soluzioni per cerimonie, matrimoni, manifestazioni culturali, fieristiche ed eventi aziendali. Ma è il luogo perfetto per degustare una pizza, o meglio, la tua pizza preferita in un’oasi di tranquillità godendo delle bellezze naturali. Grazie alla collaborazione nata tra i proprietari di Villa Koch e noi di Eater, avrai l’occasione di mangiare una pizza in un contesto davvero suggestivo, vivendo una vera e propria esperienza di gusto e di piacere. Una struttura di recente costruzione, adiacente

Se ti dicessi patatine, olive ascolane o addirittura “o cuopp” napoletano, penseresti sicuramente  al simbolico cono di carta paglia riempito con bocconcini fritti di pesce, verdure e frittelle di pastella e persino dolci. Tutti prodotti rigorosamente fritti alla perfezione e serviti molto caldi. Frittura: tutti gli svantaggi in termini di salute La frittura si preferisce sicuramente alla cottura al forno ma presenta diversi svantaggi, quali: I grassi transgenici presenti nell’olio usato per friggere sono associati al processo di indurimento delle arterie. Ciò aumenta il rischio di malattie cardiache e di incidenti cerebrovascolari. Aumenta il livello di colesterolo chiamato “cattivo” (LDL) e diminuisce il colesterolo buono (HDL). Gli alimenti grassi sono causa di obesità e aumentano il rischio di soffrire di diabete di tipo 2. La maggior parte degli alimenti fritti contengono MSG (sali tossici), una sostanza che scompone il calcio creando problemi

CHIAMA E PRENOTA